REVISIONE VEICOLI D'INTERESSE STORICO

Home > News > REVISIONE VEICOLI D'INTERESSE STORICO

REVISIONE VEICOLI D'INTERESSE STORICO

 

 

Dal 17.08.2009 è stato avviato il nuovo sistema di collegamento con il CED DTT di Roma, che ha introdotto alcune importanti novità.

In particolare è stato modificata la procedura che riguarda le operazioni di revisione dei veicoli che hanno la Carta di Circolazione di vecchio tipo (libretto con più fogli) indifferentemente che siano autoveicoli o motoveicoli.

 

Per questi veicoli non è più possibile effettuare la revisione se prima non si è provveduto al controllo e, nel caso, alla meccanizzazione della Carta di Circolazione degli stessi.

 

Questa operazione deve essere necessariamente effettuata presso gli uffici della DTT di Padova.

Questa anomalia, si può verificare anche per i veicoli la cui Carta di Circolazione sia stata corretta, dai funzionari della DTT, in maniera non meccanizzata (a mano) nel documento stesso.

Se qualcuno fosse interessato alla verifica della revisionabilità del proprio veicolo, basterà recarsi presso il Consorzio con la Carta di Circolazione del mezzo. 

 

Per quanto concerne il controllo periodico di tali veicoli, la circolare del Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti prot.n.19277/23.25 del 03.03.2010 riguardante la revisione dei veicoli di interesse storico collezzionistico, sancisce che tutti i veicoli con prima immatricolazione antecedente al 1961 iscritti ai registri Storici ASI, Storico LANCIA, italiano FIAT, italiano ALFA ROMEO e storico FMI, devono effettuare i controlli periodici di revisione solo alla Motorizzazione Civile.

<< Torna alla Lista